Collaborazione con Marco Giulio, del panificio Giulio di Latisana

Pattern colorato

Condividi su

Abbiamo concluso in dolcezza gli incontri ‘Infariniamoci assieme’ di questo 2015, biscottando con Marco Giulio del panificio Giulio di Latisana.biscottiamo molinomoras-9656Tantissimi appuntamenti vi aspettano con il nuovo anno! Come sempre vi terremo informati aggiornando il nostro calendario e con le nostre newsletter.

Una collaborazione storica quella delle nostre famiglie, Giulio e Moras.

Abbiamo pensato di raccontarvela con una breve intervista che Sara Pantanali ha rivolto a Marco dopo l’incontro di ieri.

La passione per il tuo lavoro quando è iniziata?

Una passione nata quando ero bambino, avevo 4 anni quando il nonno ha iniziato a portarmi nel panificio di famiglia a fare i lieviti serali. Osservare lui mentre lavorava la pasta mi ha fatto subito innamorare.

Nel corso degli anni, anche nel periodo degli studi, ho sempre lavorato in azienda e da quando mio papà è andato in pensione, 14 anni fa, porto avanti l’attività, con sempre più passione, anche nella riscoperta di nuovi gusti e nuove proposte per affrontare il cambiamento di questi ultimi anni.

La collaborazione tra il panificio Giulio e il Molino Moras va avanti da molto tempo. Che ricordi hai tu?

Io ricordo che c’è sempre stata: ripenso a quando ero piccolo e passava tuo papà a prendere gli ordini, i nostri nonni che parlavano.

Non c’è un momento preciso in cui poter collocare l’inizio perché per me c’è sempre stata ed è sempre esistita nella ‘maniera di una volta’: con fiducia reciproca, chiarezza nei rapporti, nel trovare le soluzioni migliori per ogni esigenza. Associo molto il panificio al Molino Moras.

Ancora una domanda, per nostra curiosità, da quando hai iniziato questi incontri in collaborazione con noi, qual è la cosa che ti affascina di più di questa novità del tuo lato professionale?

Mi affascina molto vedere l’attenzione delle persone alla qualità. Si può pensare che un’azienda ragioni solo in termini di volume d’affari, di quantità. Per noi, per il nostro panificio non è così, abbiamo da sempre tenuto molto a criteri di qualità e di educazione alimentare del cliente.

Veder ricercare dai corsisti la soluzione migliore per fare le cose di qualità è una cosa che mi da un sacco di gioia e poi è stato anche un mettersi in gioco per vedere se ero bravo a spiegare perché talvolta il fare bene non è sempre sinonimo di saper trasmettere nel modo corretto.

Ringraziamo Marco per la sue parole e la sua professionalità e un sentito grazie a tutti i partecipanti dei nostri incontri e… vi aspettiamo prestissimo per infarinarci di nuovo assieme!

Condividi su