Frollini ai cereali

Torna alle ricette
20 min * riposo e cottura
Difficoltà Facile
18/20 porzioni

Ingredienti

Per circa tre teglie di biscotti vi occorrono:

250g di farina Cinque Cereali 

25g di Amido di mais

100g di burro

130g di zucchero (noi abbiamo usato quello di canna)

2 uova

la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia

zucchero a velo per lo spolvero dopo la cottura

Condividi su

Frollini ai cinque cereali: frumento, segale, avena, orzo e mais, arricchiti anche da soia e semi gustosi. La ricetta per dei biscotti friabili e perfetti per l'inzuppo.

Procedimento

Tagliare a cubetti il burro. Su una spianatoia incorporate alla farina l'amido di mais e formare la classica fontana. Inserire al centro il burro e lavorare questi ingredienti manualmente.

Incorporare quindi le uova e lo zucchero.

La lavorazione deve essere piuttosto veloce per evitare di surriscaldare troppo il burro.

Lavorare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Schiacciare l’impasto per ottenere un panetto già semi steso per agevolare poi la successiva lavorazione. Avvolgerlo con della pellicola e riporlo in frigorifero per almeno 10-12 ore.

Se avete la planetaria mescolate con la foglia il burro e gli altri ingredienti amalgamando bene senza montare.

Trascorso il tempo di riposo in frigorifero, con un mattarello stendere l'impasto fino allo spessore di 3/4 mm. Con uno stampino ricavare i biscotti.

Trasferire i biscotti su una leccarda rivestita con carta da forno e cuocerli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 12 minuti (o in forno ventilato a 160° per 10 minuti).

I tempi di cottura sono sempre indicativi, vi consigliamo di controllare e non appena vedrete che i biscotti saranno dorati potrete sfornarli. Lasciateli raffreddare su una gratella e conservateli in una scatola di latta.

A piacere spolverateli con dello zucchero a velo.

 

Note:

Il burro non deve essere troppo freddo,  ma deve comunque avere un aspetto ancora plastico. Nella lavorazione a mano o con planetaria un burro troppo freddo (appena uscito dal frigorifero) non riuscirebbe ad amalgamarsi bene, al contrario uno troppo caldo tirerebbe fuori tutto il suo grasso ottenendo un distacco dalla materia grassa e dall’acqua. La temperatura ottimale del burro per questa lavorazione è di circa 13-14°C.

Se non avete intenzione di utilizzare subito la frolla potete conservarla in freezer per 3 mesi.

 

Leggi la nostra guida alle farine

Una semplice guida dedicata a tutti, scritta da specialisti proprio per voi.

Scarica guida
Acquista gli ingredienti
Ricette correlate